Liebster Award: scoprire e sostenere blog emergenti

LiebsterBlogAward
Fatty Fair Blog ha ricevuto il premio Liebster Award! Ad assegnarmelo è stata la frizzante autrice del blog Shoes Bags Lips (clicca per il sito), che ringrazio infinitamente per aver segnalato Fatty Fair nella sua top ten dei blog a lei più cari! Non conoscevo il suo blog e, grazie alla sua graditissima segnalazione, ho potuto scoprire l’angolo di web in cui questa mamma e donna tutto pepe parla di moda, come fa con le amiche.

Il Liebster Award è proprio questo, un premio blogger 2 blogger. Gli autori di blog segnalano 10 blog promettenti, i loro blog del cuore (dal tedesco liebster: più caro, più amato) con meno di 200 follower che sono, a loro volta, chiamati a consigliarne altri 10 nel caso accettino il premio. Il Liebster Award ha una doppia utilità, da una parte è un’occasione per far conoscere ai lettori altri blog emergenti e, dall’altra, è un’ottima vetrina per i blogger. Quindi, ringrazio ancora Shoes Bags Lips per avermi assegnato il premio e le auguro di continuare su questa strada, perché è un blog molto carino e piacevole. Vi consiglio vivamente di visitarlo!

Ora, la palla passa a Fatty Fair che deve nominare 10 blog al Liebster Award, rispondere alle 10 domande che mi sono state poste e formularne altre 10 per i blog a cui voglio consegnare il premio. Ecco le regole per i blog a cui assegno il Liebster Award:
– ringraziare e linkare il blogger che ti ha nominato e il suo blog;
– rispondere alle 10 domande poste da chi ti ha nominato;
– nominare altri blog che hanno meno di 200 followers;
– ricreare 10 domande;
– comunicare ai tuoi blogger del cuore che hai assegnato loro il premio
Fatty Fair consegna il Liebster Award a:

Tondamente Curvy Blog http://tondamentecurvyblog.wordpress.com/
– Curvy Nene http://curvynene.wordpress.com/
Curvette http://curvetteblog.blogspot.it/
Charly Goes to Fashion http://charlygoestofashion.wordpress.com/
Nobody is perfect http://www.francescaventurini.blogspot.it/
The Lovely Chit Chat http://lovelychitchat.wordpress.com/
Carrie’s Diary http://carriesdiary.wordpress.com/
Shoes Bags Lips http://shoesbagsslips.wordpress.com/
My Little Downtown http://mylittledowntown.blogspot.it/
So Different http://sodifferentblog.wordpress.com/

Complimenti per i vostri blog! Spero che questa sia l’occasione per conoscerci meglio! Ho selezionato tutti blog di moda per far sì di confrontarci su un terreno – e un interesse – comune. Ed è proprio il confronto il lato migliore di conoscere altri blogger! Ai lettori consiglio di visitare i blog da me raccomandati, sono tutti molto interessanti e originali, ognuno con le sue peculiarità. Veniamo alle domande per voi:
1. Come e perché è scattata la molla che ti ha convinta ad aprire il blog?
2. Che rapporto hai con il tuo corpo e come lo trasmetti attraverso il blog?
3. Fashion victim o Fashion conscious?
4. Hai uno stile personale ben delineato entro cui ti muovi oppure ti piace stravolgere la tua immagine ogni volta?
5. Trending Topic: Saldi!!! Cosa hai acquistato/vuoi acquistare e dove?
6.  Shopping con le amiche o in solitario?
7. Qual è la tua borsa (di lusso o low cost) preferita del momento?
8. Qual è il capo più fidato che hai nel tuo armadio?
9. Tacchi a tutti i costi?
10. Com’è la tua vita offline?

Spero vi faccia piacere rispondere a queste domande, non vedo l’ora di leggere il vostro post! Ringrazio ancora Shoes Bags Lisp e rispondo ora alle sue domande:
1. Cosa significa per te questo blog?
Cyril Connolly ha detto: “Meglio scrivere per sé stessi e non aver pubblico, che scrivere per il pubblico e non aver sé stessi”. Mi piace pensare che l’impulso di aprire questo blog risieda nel punto di unione tra l’esigenza di scrivere per me stessa e, al contempo, per gli altri, interpretando un ruolo di utilità sociale, benché minima. Fatty Fair incarna il sogno di poter infondere sicurezza e autostima nelle donne etichettate come diverse, nell’accezione dispregiativa del termine. È il sogno di vedere estinte una volta per tutte le discriminazioni. E di sentirmi, anche io, sempre soddisfatta, serena e conciliata con me stessa.
2. C’è un evento particolare della tua vita che pensi abbia determinato la tua passione per il fashion?
Sicuramente la mia infanzia trascorsa nella sartoria di nonna. Purtroppo non ho appreso l’arte sartoriale, mi sono fermata al livello costumi-di-carnevale-fai-da-te 🙂
3. Cosa non manca mai nella tua valigia?
Odio vestirmi a strati. Ma quando sono in viaggio non so mai come saranno le condizioni climatiche. Quindi, porto sempre con me dei cardigan da poter indossare sopra a maglie, maglioni e camicie nel caso mi serva un po’ di calduccio extra.
4. Qual è il tuo capo must have?
Camicia bianca. È il passepartout per ogni occasione, il capo basic più versatile al mondo, da personalizzare, abbinare e stravolgere a seconda delle necessità. Insomma, uno, nessuno, centomila.
5. Potendo scegliere un pezzo unico ma di grande effetto, cosa sceglieresti? Un abito, una borsa o un paio di scarpe?
Tenendo conto che ho delle forme abbondanti difficili da vestire e un’ostinazione sfrontata per le scarpe comode con il tacco basso, direi la borsa.
6. Semplicità ed eleganza o estro e creatività?
Parto di solito da una base semplice – che è (quasi) tutto ciò che i brand di moda riescono ad offrire alle taglie forti – e arricchisco il look, a seconda all’occasione d’uso, con dettagli unici e originali, come una giacca o un top dai colori sgargianti o con finiture e applicazioni che saltano all’occhio, oppure collane fatte a mano (spesso da me), borse eccentriche e così via. Mi piace creare da me i miei accessori per dare un tocco personale ai miei outfit.
7. La tua rivista di moda preferita?
Vogue per vedere le proposte delle case di moda del momento (e sognare!). Vanity Fair per appagare insieme fame fashion e d’informazione. Assolutamente no alle riviste femminili di puro gossip, mi annoiano terribilmente!
8. Sex and the city o Il diavolo veste Prada?
Il diavolo veste Prada per tutta la vita, gli outfit di Andy (dopo la trasformazione) rispecchiano appieno il mio ideale di stile. Sex and the city lo guardo di tanto in tanto, nelle repliche in seconda serata per addormentarmi. Non mi rispecchio nello stereotipo di donna feticista della moda e del lusso. Fashion significa “maniera, modo” in inglese. Mi attengo alla semantica. La moda è uno strumento efficace e appagante per esternare il mio modo di essere, non una patologia cronica!
9. Hobby e passioni oltre al fashion?
Mi piace la musica, scoprire nuovi autori e band, andare ai concerti specialmente a quelli dei gruppi emergenti. Trovo sia un’esperienza indimenticabile assistere al concerto dei propri idoli, ma mi piace molto il risvolto umano dei concerti delle piccole band semisconosciute. Amo anche il cinema, mi piace molto vedere film in lingua originale – anche perché ho il vizio di correggere le traduzioni italiane delle sceneggiature – così come leggere libri. A pensarci bene, potrei riassumere tutti i miei hobby citando la passione per la socialità e la scoperta: conoscere nuove persone, fare esperienze mai provate, visitare luoghi è ciò che più mi emoziona.
10. Nel tuo armadio: pochi ma buoni e versatili o tanti anche se solo per una stagione?
Pochi ma buoni e tassativamente versatili, per filosofia e per ristrettezze economiche. Non ho ancora il mio guardaroba ideale, per difficoltà nel reperire capi nelle mie taglie e per capacità di spesa limitata. Tuttavia, mi piace giurare fedeltà ai miei alleati fashion perché apprezzo il valore di ogni singolo pezzo che possiedo. Una delle mie canzoni preferite recita: “Oggi ho messo la giacca dell’anno scorso, ché così mi riconosco” (Altrove, Morgan). Poter contare su dei capi ideali per il proprio fisico che garantiscano buone prestazioni e diano un senso di piacevolezza ogni volta che si indossano è la più grande ricchezza. Per me è un po’ come star bene nella propria pelle. Poi, la mania dell’usa e getta non fa per me. Ci priva del gusto della sfida e mortifica l’ingegno.

Annunci

5 thoughts on “Liebster Award: scoprire e sostenere blog emergenti

  1. Scopro in te molto di me, e molte cose in comune. Ti faccio i miei complimenti per il tuo talento nella scrittura, mi cattura totalmente! Il maggior pregio che riconosco a queste nomination è il fatto di scoprire nuovi blog e nuove persone!

    Mi piace

  2. Grazie!!!! Grazie!!!! Grazie!!!! Bellissima iniziativa, bellissima idea e tu, cara Marica, hai fatto un’ottima scelta! Ahahahaha Accetto, naturalmente, il premio… che emozione!!!! A breve, brevissimo, post a riguardo sul blog, ti chiedo solo un pochino di pazienza, devo trovare il tempo per confezionarlo per bene! Grazie,è importante sostenersi per crescere insieme, sempre di più 😉 Vale.

    Mi piace

    1. Grazie Vale, mi fa piecere leggere che secondo te ho fatto una buona scelta! Tra i blog più “piccoli” questi che ho selezionato sono i migliori secondo me, e meritano di essere conosciuti! Sono curiosa di leggere le tue risposte alle domande! Che pensi delle mie? Un bacione e buona scrittura

      Mi piace

Cosa hai da dire su questa storia morbidosa? Lasciami un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...